Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento del sito stesso.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

RANCORE - una pagina di Fernanda Pivano in GRANDI FESTE

 

Non serve, proprio non serve, non serve a niente.

Caso mai serve solo a dormir male la notte

vincendo qualsiasi sonnifero e qualsiasi ricordo:

le belle cose da ricordare e quelle brutte da non pensare,


come dicono i saggi analisti ai pazienti, ma chissà se sono capaci di farlo per sé.


Si può passare una notte con gli occhi brucianti,


meno brucianti nel cuore, a pensare paure


per vendicarsi di questo e di quello,


a volte cose importanti, a volte sciocchezze banali


si fanno veri  tormentando il cuscino


finché la misericordia divina fa perdere il senno.


Ma domani, si sa, è un altro giorno e la prima luce sa scacciare demoni e orchi,


a volte, di rado se scacciare il rancore


o almeno dimensionarlo per permettere


di vivere un giorno senza ossessione, finché ricomincia la notte


affollata di mostri che ridono, felici di vederci soffrire.


Allora perché lasciarsi sconfiggere dal mistero di questo potere.


Così sono mostri perversi irridenti alla nostra sconfitta!


Meglio ignorare la sfida e ottenere che il rancore cui lasci


accettando la nostra ancestrale sconfitta


e sperando, chissà, che qualcosa succeda


e chi ci ha offeso capisca e ci offra un sorriso.


Oh  Dio dell’amore, tu che ignori passioni e rancori


accoglici tra i tuoi discepoli, insegnaci a amare,


insegnaci a non odiare, insegnaci per sempre a sperare


che il mondo sorrida per noi come tu sorridi per lui

                                              Nandapivano

nandapivano

 

Sky Bet by bettingy.com