Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento del sito stesso.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

MALDICENZA - una pagina di Fernanda Pivano in GRANDI FESTE

 

Maldicenza

Di chi è quel quadro famoso che ho visto bambina

in qualche museo del passato: un bellissimo dio

oh imperatore che davanti ai suoi fedeli giudica

una vecchia e contorta che è la calunnia.

(Clicca qui)

Là la calunnia è coperta di stracci

ma ai tempi nostri è coperta di gioielli ed orpelli

come si diceva il secolo scorso quando gli orpelli eran di moda.

Ai tempi nostri ha il viso truccato

Per nascondere i segni del lifting,

per nascondere (invano) i segni del tempo che avanza

e con l’invidia suscita desideri perversi.

I desideri son quelli di diventare padroni

di vite e di anime divorate da stanchezze e dolori

e per diventarlo le avvolgono di infami menzogne

quasi sempre cercando quello che a loro è mancato.

Una donna dirà che un’amica mantiene un’amante

Un uomo dirà che un amico ha successo perché è stato aiutato.

Si sa che sono bugie e in più ingigantite

ma anche così l’anonimo mostro che ci circonda

le accetta e la società (cosiddetta) è tutta contenta.

E allora la povera crista si vedrà accogliere con sorrisini furbastri

Il povero diavolo perderà un po’ del suo credito

e soffriranno, senza sapere cosa è successo e chi è stato

perché non c’è più il bellissimo dio o imperatore che c’era in quel quadro.

Oh dio dell’amore, vieni a difendere i poveri amanti

e lascia che si amino in pace, senza donne col lifting

e senza uomini che la sanno lunga;

lascia che si amino in pace finché sono giovani e sani

e diventati vecchi possano amare te

e grati bruciarti profumi ed incensi.

 

 

                                            nandapivano

 

 

 

Sky Bet by bettingy.com