Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento del sito stesso.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

"LA SCACCHIERA" - BREVI INTERVISTE DI FRANCESCO MARZANO A OTTAVIO ROSATI SULLA SUA NUOVA TECNICA

 

 

Tra le tecniche attive che diversi allievi della scuola Ipod (come Luciana Santioli ed Enrico Santori) studiano e utilizzano, "La Scacchiera" è tra le più efficaci: Ottavio Rosati la inventa nel 1995, prendendo spunto dalla tecnica della "Sand Therapy" di Dora Kalff di cui costituisce una versione maggiormente "psicodrammatica" e attiva. Il fatto di mettere le figure su una superficie rigida come la scacchiera, anziché sulla sabbia, permette di evidenziare soprattutto le dinamiche di ruolo e il loro intreccio con gli "oggtti interni". Secondo Rosati "la Scacchiera permette di usare, anziché subire, il patrimonio del cinema, dei fumetti e dei mass media rendendoci autori anziché spettatori."
Questa tecnica permette al paziente di rappresentare visivamente traumi, conflitti e vissuti diversi aiutandosi (e aiutando il terapeuta) a fare chiarezza per il lavoro psicoanalitico quando sembra che le parole non abbiano più senso. Ogni paziente ha a disposizione alla sede romana di Ipod Plays una collezione di più di tremila modellini e pupazzi con i quali rappresentare i proprio oggetti interni.
Come introduzione al metodo abbiamo realizzato una serie di brevi interviste a partire dalle scacchiere più semplici.

 

(F. M.)

Sky Bet by bettingy.com