Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento del sito stesso.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

SECONDA SCACCHIERA: "MISS PIGGY"

Questa sempice e piccola scacchiera commenta un sogno fatto da Mina, una mia giovane paziente bella e inteligente, che attraversa un momento felice della sua vita. Mina è riuscita da poco ad allontanarsi da casa dei genitori dove ha sempre vissuto una faticosa situazione di vischiosità colpevolizzante, soprattutto con la madre, una donna ansiosa e poco soddisfatta che la soffoca e la controlla.
Mina è abituata a svolgere lavori sotto qualificati e sotto pagati ma, dopo un anno di analisi, riesce a chiudere un vecchio rapporto affettivo ormai svuotato di sentimento e a trasferirsi a Roma dal Sud Italia, sia pure con tante paure e col dubbio che non riuscirà a sistemarsi.
Dopo una settimana nella capitale, la ragazza si ritrova a dover scegliere tra diverse proposte di lavoro e si sente felice per aver trovato una stanza deliziosa in una via gradevole, piena di alberi e luce. 
Durante questo gradevole momento, Mina vive un’esperienza sconcertante con la sorella più piccola (Daria) che da anni vive in una città del nord dove si è laureata e dove convive con una compagna, femminile e bionda (come Mina), alla quale sembra molto legata. Questo rapporto omosessuale ha scatenato le ire della madre in seguito alle quali Daria ha minacciato di buttarsi giù dalla finestra. 
All'inizio della seduta la paziente mi racconta un episodio sconcertante: durante la festa per la laurea della sorella, Mina stava brindando insieme ad un uomo quando Daria si è avvicinata e, senza alcuna ragione, le ha scaraventato via il bicchiere. Nello stesso periodo, Daria, aveva svalutato e offeso gli studi di psicologia di Mina definendo i video di certi psicodrammi come “farse” e svalutando i colleghi e gli insegnanti come persone inaffidabili.
Sulla scacchiera propongo a Mina di rappresentare il rapporto tra lei, la sorella e i genitori. La conversazione seguente avviene tra me (O.) Mina e il dr. Francesco Marzano (F.) che cura questa serie di interviste sulla scacchiera.

O. R.

Per quel che riguarda le figure sulla scacchiera, il fenicottero rosa rappresenta l'immagine che Mina ha di sé stessa. Miss Piggy dei Muppets invece è Mina come si sente vista dalla sorella (“una maialina svampita”). La sorella invece è Dumbo. La madre è la donna dietro lìaltare a occhi chusi. Il padre è Orso dal cartone "Masha e Orso". Ed ecco i nostri commenti:

F: “Prima di tutto, quello non è Dumbo!”.

O: “Ah no?”

M: “No. Quello è l’elefante del Libro della giungla”

F: “Invece sì! È l’elefantino amico di Tarzan.”

O: “E che differenza fa?”

F: “Dumbo è un elefantino da circo che alla fine vola. Quello di Tarzan è libero, innanzitutto. E’ più legato al maschile (Dumbo soffre per il distacco da sua madre). Inoltre, la madre e il fenicottero sono gli unici personaggi reali, mentre gli altri sono di fiction. In più, il papà Orso e l’elefantino sono entrambi mammiferi”

O: "Hai ragione. Bravo!"

(Mina ride eccitata ad ogni commento.)

O: “Mi sembra evidente che tua sorella vede la tua femminilità come qualcosa di buffo e pure maialesco. Potremmo ipotizzare che la invidi dal momento che lei si sente molto più con i piedi per terra e si attribuisce la caratteristica fallica della proboscide.”

M: “Infatti, la sua ragazza è femminile ed ha i capelli biondi.”

F: “Come te! Quindi lei sente di essere omologata a vostro padre, non a vostra madre. Nella scacchiera l’hai messa sulla stessa linea di lui, mentre tu sei in quella della madre. Inoltre, il colore marrone dell’elefante è lo stesso dell’Orso, mentre tu hai il colore rosa di tua madre.”

M: “Quando Daria è aggressiva con me senza ragione mi dispiace.”

O: “Dovresti dire che è spiacevole, non che ti dispiace! Altrimenti continui a sentire vergogna per le cose vergognose che ti fanno gli altri.”

M: “Giusto ma io non me ne accorgo.”

F: “Però, grazie alla scacchiera puoi accorgerti che non te ne accorgi. E puoi anche vedere che, mentre tu dai un’immagine affettuosa di Daria, lei ha un’immagine ridicolizzata di te. Invidia la tua collocazione femminile. Comunque Mina ha un’immagine di come Daria ha un’immagine, mentre la madre non vede nessuna delle due. Un’altra cosa è che il padre rimanda alla madre col braccio sinistro, ma lei ha gli occhi chiusi. Ti faccio vedere un'alternativa più ragionevole…”

O. ristruttura la scacchiera spostando le figure.

Eliminata Miss Piggy, papà Orso diventa finalmente un mediatore fra la madre e le figlie e invita con il braccio la madre a guardare in faccia le figlie anziché narcisticamente stare a occhi chiusi.
Naturalmente ci sono molti altri modi per ristrutturare questa scacchiera, ma al momento questa per Mina sembra una situazione migliore di quella di partenza. Almeno per cominciare.
Mina infatti sembra soddisfatta.

 

 

Sky Bet by bettingy.com